Le realtà formative, di qualunque genere e grado, devono interfacciarsi con un pubblico diverso e variegato, tanti attori con i quali comunicare, relazionarsi: studenti, prospects, genitori, docenti, enti e istituzioni.

Sviluppare strumenti in grado di creare una buona comunicazione tra voi e il vostro audience è decisivo per poter continuamente migliorare la qualità della vostra realtà. Infatti, siano essi strumenti attivi o passivi, rivolti al pubblico esterno o a chi popola già le vostre aule, dare la possibilità a tutti di apprendere informazioni sul vostro istituto, fare domande, evidenziare problemi o bisogni, significa creare una circolarità virtuosa che vi porterà a crescere sia in termini di iscrizioni che in termini di offerta.

Ascoltare e conoscere per comunicare

Soddisfazione degli studenti

Conoscere i prospects è importante, ma conoscere approfonditamente i propri studenti è fondamentale ed è una cosa che non va data per scontata.

Spesso si pensa di conoscere i propri studenti solo perché si condividono gli stessi spazi e si trascorre con loro molto tempo: sicuramente per molti aspetti è così ma, se ci pensate bene, chi conosce i vostri studenti meglio degli studenti stessi? Il punto è che molte volte osservazioni, lamentele e suggerimenti non giungono alle orecchie giuste, oppure non vengono espresse per timore o scarsa fiducia nella ricettività dei responsabili.

Spesso si fanno questionari sulla didattica e si tende a ridurre l’esperienza dello studente alla sua percezione della qualità dell’insegnamento ma per gli studenti sono importanti tante altre cose che influenzano la loro vita nella vostra scuola e che non emergeranno mai da un’indagine sulla didattica.

Un’indagine generale invece, studiata appositamente per voi e per i vostri studenti, potrebbe fornirvi una grande quantità di informazioni da poter usare per migliorare nel breve e nel lungo periodo l’esperienza che gli alunni vivono nelle vostre strutture.

Nessuna realtà infatti è immune ai problemi, e aumentare la propria capacità di ascoltare e cercare di risolverli è quello che fa sentire gli studenti considerati e più propensi a sentirsi parte della vostra identità.

Avere studenti che si sentono parte attiva all’interno delle decisioni della scuola significa avere studenti che si sentono gratificati: questa è la base di partenza per la loro soddisfazione e farli diventare orgogliosi promoter della vostra scuola.

Organizzazione Open Day

Al centro di ogni campagna iscrizioni c’è il rapporto diretto tra la vostra realtà formativa e i possibili futuri studenti, i prospects.

Negli anni di esperienza sul campo abbiamo constatato come l’Open Day sia lo strumento principale per ottimizzare gli sforzi di marketing, facendo convergere tutte le attività verso questa fase che è quella che permette di esprimere tutto il potenziale comunicativo di una scuola, pubblica, paritaria o privata non importa.

Quella che creiamo insieme a voi è un’esperienza unica da far vivere agli interessati, che valorizzi tutti i vostri punti di forza più importanti, che metta in luce la passione del personale e dei docenti, che faccia toccare con mano le competenze concrete e il bagaglio culturale che i ragazzi e le ragazze acquisiranno frequentando il vostro istituto e i vostri corsi.

La vostra realtà deve mostrare di essere ben organizzata e far vivere un’esperienza positiva, in poco tempo dovete colpire e lasciare la miglior impressione possibile sui vostri futuri studenti.

Questo è il nostro obiettivo e per noi è importante porre l’attenzione su tutti gli aspetti: formare un team affiatato e performante coordinato da uno psicologo; creare contenuti chiari ed immediati attraverso i principi della comunicazione persuasiva (ad esempio le slide di presentazione); studiare i tempi e il setting migliori per tenere alta l’attenzione della platea.

Copywriting

Sapreste dirci chi ha scritto i testi del vostro sito o dell’ultima brochure che avete fatto?

Magari non è stato un copy professionista, potrebbe essere stato lo stesso programmatore del sito dopo mesi di peripezie oppure qualcuno del vostro staff che ha dovuto ritagliare del tempo dalle sue consuete mansioni. È altrettanto probabile che i testi scritti per un determinato medium siano poi stati riutilizzati per un altro, facendo mancare l’originalità e ignorando l’efficacia dell’utilizzo mirato dei contenuti.

Quando si progetta del materiale comunicativo, sia esso web o stampato, spesso si mette il testo in secondo piano rispetto alla “bellezza” o all’economicità o al formato ma non c’è errore più grande che sottovalutare l’importanza di un buon copy, di un testo scritto ad hoc per lo scopo prefissato.

Non dare il giusto valore ai testi (oltre che penalizzarvi con i motori di ricerca se si parla di web) rischia di far vivere agli interessati un’esperienza mediocre che finirà per allontanarli o li costringerà a intraprendere un ulteriore azione e vedrà voi come causa di questo spreco di energie.

Se invece siete voi a predisporre una circolarità comunicativa virtuosa sui vari supporti che utilizzate, verrete percepiti come ben organizzati e offrirete ai vostri prospects un assaggio della bella esperienza che sarà frequentare la vostra scuola. Quello che faranno i nostri copy è proprio questo: differenziare, scrivere, revisionare, stravolgere, integrare, inventare, creare un’esperienza ragionata e persuasiva che lo studente percepisca come naturale e fresca (liberandovi dalla spada di Damocle della scrittura dei testi).

Materiale promozionale

La comunicazione cartacea è sempre stato il mezzo tradizionale e più utilizzato dalle scuole e dalle università per promuovere e spiegare i propri corsi e ancora oggi, nonostante il dominio del web, brochure, pieghevoli, cataloghi e flyer sono parti molto importanti all’interno della strategia comunicativa delle realtà formative.

Il fatto che lo si faccia da sempre non vuol dire che creare il materiale promozionale adatto sia un’operazione di routine, ad esempio un flyer o una cartolina devono essere d’impatto e comunicare in poche righe il vostro messaggio; un pieghevole può avere senso in determinati contesti ma bisogna progettarlo bene in modo che non sembri il pieghevole della palestra sotto casa; una vera e propria brochure può avere infiniti formati, tantissime lavorazioni e impostazioni diverse ed è la vostra faccia, il vostro stile, il vostro brand quando voi non siete lì a spiegare chi siete.

Converrete con noi che la vostra presentazione deve essere il meglio a cui potete aspirare, giusto?

Noi facciamo in modo che questo “meglio” si concretizzi, decidendo il supporto o i supporti più adatti a voi e allo scopo che devono assolvere, proponendo formati e lavorazioni particolari e facendo un lavoro di creazione dei testi partendo da voi e valutando i prodotti dei competitors.

Realizzazione siti web

Ormai tutti hanno un sito web responsive, se non sapete cosa significa o avete ancora un sito che è un incubo da navigare su smartphone e tablet allora dovete assolutamente correre ai ripari (contattateci, possiamo aiutarvi).
Per tutti gli altri invece le domande sono: avete mai chiesto ai vostri studenti come si trovano con il sito web? L’avete mai chiesto ai vostri utenti? Siete sicuri che il vostro sito sia facile da navigare, dia tutte le risposte utili sia agli utenti esterni che ai vostri studenti? A google piace il vostro sito?

I siti per l’education hanno delle peculiarità tutte loro, l’utilizzo, la struttura, vanno spesso pensati sia per gli utenti esterni che per quelli interni come studenti e docenti. Il sito web deve rappresentare al meglio la vostra realtà e allo stesso tempo fornire un’esperienza facile ed esaustiva a tutti coloro che hanno fatto lo sforzo di venire a vedere chi siete e cosa possono trovare di interessante sul vostro sito.

Noi possiamo aiutarvi a tutti i livelli, dall’ideazione della struttura alla revisione o creazione completa del vostro nuovo sito.