Domande e risposte su Google Classroom: come gestire i compiti assegnati?

Approfondiamo la sezione compiti per in che modalità assegnarli, chi e quando può modificarli, chi può vederli e come si può risalire alla cronologia.

4.6/5 - (11 votes)

L’emergenza sanitaria rimane alta. L’ultimo DPCM (24 ottobre 2020) ha stabilito che gli studenti delle scuole superiori dovrebbero seguire il 75% lezioni online e le scuole stanno perciò tornando ad affidarsi alla didattica in modalità a distanza o DAD.

In questi mesi abbiamo avuto modo di confrontarci con alcuni docenti alle prese con Google Classroom cercando di fornire alcuni suggerimenti e consigli per l’uso di questi strumenti: abbiamo deciso di raccogliere alcune domande frequenti per rendere mettere risposte e informazioni a disposizione di tutti.

 

 

In questo articolo approfondiamo l’argomento compiti per capire come gestirli al meglio: in che modalità assegnarli, chi e quando può modificarli, chi può vederli e come si può risalire alle modifiche effettuate.

 

Che differenza c’è tra “gli studenti possono modificare” e “crea una copia per ogni studente”?

Quando si crea un compito o si carica un materiale, puoi caricare documenti presenti sul tuo computer oppure crearli online con G Suite. Questo tipo di documento appare come un normale documento Word, ma con la differenza che tutte le azioni di modifica del testo e lo stesso salvataggio avvengono direttamente Online, su una piattaforma (Google Drive) condivisa. Questo permette di avere un unico Documento a cui più utenti possono accedere contemporaneamente e, se abilitato il permesso, apportare e visualizzare modifiche contemporaneamente e in tempo reale.

 

Quando carichi un documento con G Suite ti verrà quindi chiesto di scegliere tra una di queste tre opzioni di condivisione:

  1. GLI STUDENTI POSSONO VISUALIZZARE IL FILE: tutti visualizzano lo stesso documento ma nessuno può apportare modifiche online.
  2. GLI STUDENTI POSSONO MODIFICARE: tutti gli studenti visualizzare il documento e apportare sullo stesso delle modifiche. Si potrà lavorare sullo stesso documento anche contemporaneamente e ognuno vedrà non solo le proprie modifiche ma anche quelle degli altri, anche in tempo reale.
  3. CREA UNA COPIA PER OGNI STUDENTE: questa opzione crea diverse copie identiche dello stesso documento, una per ogni alunno, così che la condivisione simultanea avvenga non tra tutta la classe, ma solo con il docente e ogni alunno in un rapporto “uno a molti”. L’insegnante vedrà e potrà agire su tante copie dello stesso compito, mentre gli alunni ne vedranno solo una, la propria, e quindi visualizzando solo le proprie modifiche, e non quelle di altri alunni, che invece le apporteranno sulla loro copia.

 

La modalità migliore dipende quindi da come vuoi sfruttare le potenzialità dei Documenti e dagli scopi con cui crei i compiti.

 

Perchè quando gli alunni visualizzano i quiz non riescono a compilarlo ma invece riescono a modificare la struttura?

Può capitare che gli alunni visualizzino il Compito con Quiz e non riescono a compilarlo, ma possano invece modificarlo in modalità “editing”. Probabilmente tu Docente stai usando un account Google Istituzionale (si riconosce dal dominio dopo la @ nell’indirizzo esteso, corrispondente al nome del tuo Istituto) ma i tuoi studenti no. Non preoccuparti: per permettere anche ad altri account di poter svolgere il compito bisogna:

  1. APRIRE IL QUIZ
  2. Andare nelle IMPOSTAZIONI (Rotellina in alto a destra)
  3. Scorrere la pagina fino a trovare le IMPOSTAZIONI GENERALI e qui andare alla voce RICHIEDE L’ACCESSO
  4. TOGLIERE IL FLAG che compare sulla voce “Limita agli utenti in NomeIstituto e alle relative organizzazioni attendibili”.

 

Se il docente assegna ad un solo studente un compito specifico, sarà visibile solo a lui o a tutti?

Mentre si prepara un tipo qualsiasi di Compito (o anche un Materiale) nella sezione LAVORI DEL CORSO sulla parte destra dello schermo puoi di cambiare la selezione “PER: TUTTI GLI STUDENTI” e scegliere un solo studente specifico (o una selezione multipla di studenti). Se si eseguono questi passaggi correttamente, solo questo studente o il gruppo di studenti selezionati riceverà la notifica via e-mail, e sempre solo questo/i visualizzerà/visualizzaranno il compito nello STREAM e nella sezione LAVORI DEL CORSO, mentre agli altri studenti sarà nascosto. Solo il Docente vedrà contemporaneamente ogni pubblicazione.

 

Se uno studente esegue un compito assegnato e invia la risposta con una mail al di fuori di Classroom, il docente può caricare quella risposta in Classroom?

Il file può essere caricato solo dall’account al quale il compito è stato assegnato. Tuttavia, l’insegnante può attribuire un punteggio anche se il materiale risulta “Mancante”. Ecco come: vai nella sezione VOTI → trova nella tabella l’alunno e il compito al quali si fa riferimento → vai alla cella corrispondente e clicca sul pulsante con i tre puntini verticali → scegli la voce “Visualizza pacchetto da consegnare”.
Si apre quindi una pagina alla cui destra è possibile inserire il voto (e magari segnare un commento facendo riferimento alla ricezione del compito tramite mail) e cliccare quindi sul pulsante in alto a destra “Restituisci”.

 

C’è modo di risalire alla cronologia dei file inviato/caricati?

Non si può visualizzare una cronologia di “azioni nella piattaforma di Google Classroom ma si può risalire alla cronologia delle modifiche all’interno di un documento. Si trova aprendo il documento che interessa e andando sul menù orizzontale in alto (composto dalle voci: File, Modifica, Visualizza, ecc): alla destra della voce “Guida” c’è una frase che indica quando è avvenuta l’ultima modifica. Cliccandoci sopra si apre un menù sulla destra della pagina con una serie di date che coincidono alle varie versione cronologiche del documento in questione. Qui potrà controllare lo stato del documento in corrispondenza di ciascuna data indicata.

 

 

Ricordiamo che Education Marketing Italia si occupa di marketing, comunicazione e in questo blog facciamo informazione riguardo la tecnologia e l’innovazione nel mondo della scuola ma non lavoriamo per (o con) Google in modo specifico.

Per qualsiasi dubbio o problema riguardante aspetti particolarmente tecnici la cosa migliore è fare riferimento alla pagina che Google ha dedicato al supporto degli utenti: qui è possibile cercare direttamente la risposta o la soluzione all’interno delle pagine guida e tra le risposte alle domande frequenti oppure, se ancora non si sono trovate le informazioni necessarie, descrivere il proprio problema.

Giulia Cattoni

Lavoro dal 2013 nell'ambito della comunicazione e del marketing. Mi sono appassionata e specializzata sui temi riguardanti il territorio, l'innovazione e l'educazione diventando professionista dell'uso del linguaggio e della creazione, gestione e organizzazione dei contenuti. Mi sono laureata in Comunicazione con una tesi sull'uso della lingua per l'infanzia, ho frequentato corsi sulla didattica emozionale e sulla robotica educativa. Trasversalmente, ho carpito la sensibilità dalla mamma insegnante e l’ho fatta mia lavorando con entusiasmo per sette anni come istruttrice di pallavolo nel settore giovanile comasco. Lavoro con orgoglio per Education Marketing Italia dal 2016 come autrice del blog e dal 2020 sono entrata a far del team che offre servizi e consulenza strategica per le scuole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Host Consulting srl - Via F.lli Recchi, 7 22100 Como - P.IVA 01434150197 | © 2022 | Privacy Policy - Cookies Policy
expand_less