Concorrenza tra scuole, corsi, università: l’analisi dei competitor aiuta ad emergere

Per una scuola, un competitor è una realtà che possiede un'offerta formativa simile e paragonabile alla propria, che sia rivolta al medesimo target, soddisfacendo lo stesso bisogno e più o meno nel

5/5 - (3 votes)

L’analisi dei competitor, o benchmarking, è un’attività di marketing necessaria per le scuole che desiderano capire il proprio posizionamento nel mercato rispetto ai concorrenti e attuare strategie per migliorarsi, emergere e aumentare gli iscritti.

Il primo passo verso una corretta analisi dei competitor è capire chi sia il nostro concorrente. Per una scuola, un competitor è una realtà che possiede un’offerta formativa simile e paragonabile alla propria, che sia rivolta al medesimo target, soddisfacendo lo stesso bisogno e più o meno nello stesso range di prezzo. Un competitor può definirsi tale solo se è in grado di sostituirsi alla tua realtà rispondendo alle stesse necessità dei tuoi clienti, ovvero gli studenti o i genitori, a seconda dell’ordine scolastico.

 

I concorrenti si distinguono principalmente in due categorie:

  • Diretti: sono quei competitors che propongono offerta formativa molto simile, quindi scuole o università strutturate in modo simile.
  • Indiretti: quei players che offrono in generale servizi di formazione ma con una soluzione differente (ad es. corsi online vs in presenza), soddisfacendo lo stesso il bisogno del tuo target.

 

Innanzitutto è necessario svolgere delle ricerche per avere un’idea a 360° della concorrenza e del mercato di riferimento; in questa fase è consigliato selezionare solo i competitor diretti; si procede raccogliendo informazioni qualitative e quantitative sulle diverse scuole per individuare le rispettive peculiarità, comprenderne le strategie di vendita e, infine, impostare la strategia di marketing della propria scuola o università.

Un’analisi dei competitors prende in considerazione tutto ciò che riguarda i principali concorrenti: offerta formativa, value proposition, struttura, localizzazione, costo, struttura e caratteristiche delle attività di orientamento, modalità di promozione di eventi come open day, presenza sul web e sui principali social network, strategie di marketing che stanno applicando, analisi SWOT. I dati che se ne ricavano sono molti e devono essere raccolti con rigore e metodo.

 

Un’analisi ben fatta ti può anche far capire se stai già facendo le cose giuste o se stai perdendo delle opportunità per valorizzare la tua scuola nel modo più appropriato. È un passaggio fondamentale per fare chiarezza sui punti di forza e di debolezza della propria realtà formativa e costruire una strategia di business efficace e solida capace di:

  • determinare le dimensioni del mercato di riferimento;
  • sapere dove ci si trova rispetto alla concorrenza e come si è posizionati;
  • identificare nuove opportunità per raggiungere al meglio nuovi studenti;
  • identificare le lacune nei servizi propri o della concorrenza;
  • trovare migliori modi per poter soddisfare il proprio mercato;
  • identificare e promuovere la propria unica e distintiva proposta di valore (value proposition);
  • verificare se specifiche strategie di marketing siano o meno efficaci.

 

Condurre un’analisi dei competitor, quindi, non vuol dire semplicemente stilare una lista di scuole che determina chi è più o meno bravo, chi ha più classi o dove gli alunni escono con le medie più alte. Non ci si basa su intuizioni, chiacchiere o voci di corridoio, ma si fonda l’analisi su dati raccolti accuratamente con metodo.

È uno studio approfondito che ci porta ad avere un’ampia visione del mercato e una idea concreta del posizionamento della propria realtà formativa. È il primo e fondamentale step verso la realizzazione di strategie di marketing in grado di migliorare e innovare la propria realtà.

Studiando la concorrenza di una scuola o di un’università puoi scoprire cosa la rende davvero diversa e unica rispetto agli altri. Questa consapevolezza servirà a rimanere sempre concentrati sui propri clienti e sui gap tra domanda e offerta e scoprire nuovi modi per servire e soddisfare sempre meglio i propri futuri studenti e le loro famiglie.

Non perderti le ultime novità dal mondo Education!

Iscriviti alla nostra newsletter

Giulia Cattoni

Faccio quello che faccio da sempre: scrivo. Uso la scrittura per dare forma a pensieri e idee.
Da piccola consumavo pagine e pagine per descrivere le mie avventure quotidiane sul diario, oggi uso il linguaggio per creare testi efficaci, contenuti digitali, e organizzarne la gestione.
Mi piace trovare le parole giuste, mettere ordine ai testi e renderli chiari, e creare contenuti accessibili, piacevoli e utili.

Faccio parte del team di Education Marketing Italia dal 2016: ho iniziato come autrice del blog e negli anni ho ampliato i miei ruoli. Oltre alla produzione e gestione dei nostri contenuti, affianco i miei colleghi nella gestione degli open day e nelle attività di design thinking.
Dal 2023 mi occupo in prima linea della cura del nostro brand: dalle mie mani passano piani editoriali, articoli, post, newsletter, webinar e la strategia che li tiene insieme.

Mi sono laureata in Comunicazione con una tesi sull'uso della lingua per l'infanzia, ho frequentato corsi sulla didattica emozionale e sulla robotica educativa. Sono stata istruttrice di pallavolo nel settore giovanile comasco.

Host Consulting srl - Via F.lli Recchi, 7 22100 Como - P.IVA 01434150197 | © 2024 | Privacy Policy - Cookies Policy
expand_less